Sei in:--Esiste la cittadinanza digitale? La tecnologia al servizio delle persone

Esiste la cittadinanza digitale? La tecnologia al servizio delle persone

di Marco Bani, capo della Segreteria Tecnica AgID

La cittadinanza digitale non può prescindere dall’empatia, dalla compassione, dal sentirsi parte di una comunità inclusiva e aperta. E di sicuro non si fa negli uffici. Se un’app o un widget esclude anche un solo cittadino non è tecnologia che possa alimentare pienamente la cittadinanza. Questa è la visione di Italia Login.

Cosa significa essere cittadini oggi?

Nell’ultimo mese il dibattito politico si è concentrato sul tema della cittadinanza italiana, se e come estenderla, mentre la “fine della geografia” causata dall’abbattimento delle barriere di comunicazione ci porta sempre più a parlare di “cittadino globale”.

Se partiamo dal diritto, la cittadinanza è la condizione alla quale l’ordinamento di uno Stato riconosce la pienezza dei diritti civili e politici dei cittadini, elementi fondamentali della vita democratica.

Ma Democrazia è confusione, soprattutto in un grande Paese come l’Italia, con tante sfumature, interessi e punti di vista, dove la partecipazione attiva necessita di semplicità e chiarezza. È quindi fondamentale che il Governo possa utilizzare ogni strumento per risolvere problemi complessi: per non far sentire “stranieri” i propri cittadini è ormai inevitabile cambiare processi, comunicazione e servizi, abilitando la tecnologia al servizio delle persone.

>> LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO SU MEDIUM

2017-10-23T17:56:29+00:00 23 ottobre 2017|Categories: News|